La spesa online, l’evoluzione più importante di Internet ai tempi del Coronavirus

Di Ilaria Scremin 

 

Ancor prima che l’emergenza Coronavirus cambiasse radicalmente i modi, le forme, i contorni e la stessa percezione di noi stessi e delle nostre esistenze, l’ecommerce come abitudine di consumo “ordinaria” era un fenomeno già ben consolidato. A diversi livelli. Non vi era nicchia di mercato, dalla più piccola alla più grande, dall’abbigliamento fino all’hobbistica, che non traesse parte del suo fatturato dal commercio elettronico. Particolarmente importante, in questo contesto, è la spesa online di generi alimentari, che nel solo 2019 ha registrato un +39%. (Fonte, Adkronos) Una crescita la cui avanzata inesorabile sembra proprio non trovare sosta, complice l’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus che sta caratterizzando la prima metà del 2020. Ma facciamo un passo indietro e cerchiamo di mettere un po’ d’ordine.

 

Un tempo c’erano i centri commerciali. Spesa online? No grazie.

Gli anni Novanta hanno visto il boom dei centri commerciali come luogo di aggregazione capace di offrire a tutti un’esperienza piacevole e rassicurante a 360°. A qualunque ora, in tutte le stagioni e, potenzialmente, gratis. Perchè in fondo, entrare al centro commerciale non costa nulla. Bar, sale giochi, negozi di ogni genere, supermercati, offrivano altresì la possibilità combinare “l’utile al dilettevole”, prendendo un caffè, facendo la spesa per la  settimana e, perché no, fermandosi anche per un pasto veloce. Il centro commerciale insomma conteneva tutto ciò di cui una famiglia poteva aver bisogno durante il fine settimana. Spesa online? A nessuno, ai tempi, sarebbe mai venuto in mente.

 

Oggi le cose sono cambiate. Spesa a domicilio e scampagnata domenicale? Sì grazie!

Oggi il modo di concepire la gestione del tempo libero e della vita sociale è cambiata radicalmente. Al contrario dei centri commerciali, capaci di “ammassare” grandi quantità di persone indirizzandole verso scelte d’acquisto dettate dalle logiche di mercato e privandole del tutto della loro capacità di scegliere, di opinare, di prediligere e di esprimersi nella loro individualità, oggi stiamo assistendo ad una riscoperta del piacere verso la vita all’aria aperta, dell’amore per la natura e per la cultura, vissuti come esperienze capaci di arricchire lo spirito e la mente del singolo come mai prima. Insomma, tra la spesa tradizionale e la spesa online, oggi si preferisce fare la spesa online, ricevendo la consegna a domicilio dei propri prodotti. E di dedicare il tempo “risparmiato” facendo  ben altro. 

 

Dalla spesa tradizionale come “passatempo” alla spesa online per risparmiare tempo

Come conseguenza del trend sopra descritto, anche la spesa alimentare ha assunto nuove connotazioni. Non si tratta più di un mero approvvigionamento di cibo in vista della settimana, ma di una serie di scelte meditate e ragionate individualmente. Anche in questo senso, la voglia di assaggiare, di provare, di riscoprire i sapori di un tempo, di ritrovare il contatto perduto con la natura, di acquistare solo ciò che davvero “fa bene” a sé e ai propri cari, è diventata una vera propria tendenza d’acquisto.

 

Grazie alla massificazione del progresso tecnologico, oggi la spesa online si fa con pochi click

Se a questa tendenza aggiungiamo la globalizzazione, la massificazione dei device elettronici e la massiva interconnessione nella quale viviamo costantemente e totalmente immersi, va da sé che le opportunità d’acquisto e di soddisfazione delle proprie intenzioni di moltiplicano a dismisura. Il consumatore non ha più nè voglia nè tempo di trascorrere le sue ore libere all’interno di un supermercato, preferisce avere maggiore facoltà di scelta, desidera reperire personalmente le informazioni in merito alle materie prime ed agli ingredienti che mette in tavola. Sull’onda di questa tendenza che a partire dagli anni Novanta ci ha condotto fino ad oggi, risulta quindi più che comprensibile che il mercato della spesa online ha avuto recentemente un exploit mai visto prima

 

La spesa online ai tempi del Coronavirus 

Con l’arrivo dell’emergenza Coronavirus, gli italiani non si sono persi d’animo e, computer o smartphone alla mano, hanno preferito fare la spesa online, procurandosi tutto il necessario per vivere comodamente nelle proprie abitazioni questo singolare periodo di quarantena. Non si sono fatti trovare impreparati, dunque. Un dato che non stupisce visto che, come detto in apertura, i numeri del mercato del food online erano già davvero da capogiro. Una strada già spianata, insomma. Un giro d’affari che siamo certi, anche dopo l’emergenza sanitaria, non subirà alcuna inflessione. Anzi, le previsioni parlano chiaro. Se gli italiani che erano già abituati a fare la spesa online non hanno potuto che confermare una piccola grande (e piacevole) abitudine che gli consente di fruire a piacere di più tempo libero, anche chi non aveva mai sperimentato l’esperienza della spesa online ha avuto oggi l’opportunità di ricevere la propria spesa a domicilio, e di scoprirne di indubbi vantaggi. 

 

Quali sono dunque i vantaggi della spesa online? 

I vantaggi derivanti dalla spesa online sono innumerevoli. Si pensi alla incredibile comodità di scegliere con tutta calma i prodotti ed i formati, di leggere ingredienti e contenuti delle confezioni, di comparare i prezzi, di valutare la provenienza delle materie prime. A questa comodità, si aggiunge quella di non doversi spostare da casa e di ricevere la propria spesa a domicilio senza quasi alzarsi dal divano o dalla scrivania. Questo si traduce, specie per chi ha difficoltà motorie o è in età avanzata, nella possibilità di ricevere anche un aiuto laddove non si abbiano figli o parenti nelle vicinanze disponibili a fare la spesa al posto nostro. Infine, ai tempi del Coronavirus o comunque in situazioni d’emergenza differenti, fare la spesa online permette di evitare le code: code per parcheggiare, code per accedere al supermercato, code per pagare in cassa e via dicendo. 

 

Quali tipi di generi alimentari è possibile acquistare e ricevere a domicilio?

Un ultimo ma importantissimo vantaggio derivante dalla possibilità di fare la spesa online è la possibilità di acquistare davvero di tutto da qualunque parte del mondo. I sistemi di logistica oggi sono preparati a consegnare merci in qualunque zona in 24-48 ore. E se le maggiori catene di GDO si sono organizzate per erogare il servizio di spesa online a milano, di spesa online a Roma o nelle altre città italiane, non sono da meno nemmeno le piccole botteghe dislocate un po’ ovunque nel nostro Bel Paese. E non solo: non sono pochi i portali di qualità dove acquistare tutto il meglio che una zona o una regione abbia da offrire, in linea con l’esigenza sempre più forte di acquistare prodotti di nicchia. Si va dunque dal delicato vincotto pugliese rimasto ormai sepolto nella memoria, capace di garantire e regalare emozioni di proustiana memoria, fino al vino sorseggiato diversi anni fa in un ristorantino sul mare proprio sul Tacco d’Italia…..sapori che diventano emozioni, emozioni che riportano alla memoria momenti di vita ormai lontani. La spesa online è anche tutto questo.



Lascia un commento